Lucio Presta contro Heather Parisi: ''Decreto a tv italiane così se lavori ti pignoro i soldi''

(Adnkronos) - "Farò un decreto a tutte le tv italiane così se lavora le pignoro i soldi''. Così il manager, imprenditore e produttore televisivo Lucio Presta all'Adnkronos dopo il suo post pubblicato ieri sui social dove 'ricordava' all'ex showgirl Heather Parisi che il tribunale di primo grado ''ti ha condannato - ha scritto Presta su Twitter - sia per diffamazione nella causa con me, che per illecita pubblicazione di immagini con me ed i miei figli al pagamento dei danni e delle spese, ma non hai rispettato le due sentenze. Ti nascondi ad Hong Kong?''. Ma il manager dei vip non ci sta: "Ci sono ben due sentenze, lei ha perso e il giudice ha stabilito un risarcimento e le spese legali, ma lei continua a non pagare! Io ho tutto, abbiamo scritto anche al suo avvocato - racconta Presta - ma neanche lui risponde alle nostre mail. Perciò mi vedo costretto a fare un decreto a tutte tv italiane così se lavora le pignoro i soldi''. Ad innescare la diatriba legale tra i due fu un post pubblicato dalla Parisi sul suo blog nel 2017 dove spiegava come Arcobaleno Tre, l’agenzia di Presta, avesse deciso di non mandare in onda il film 'Blind Maze', ideato e scritto da lei stessa, su una delle reti Rai come d’accordo: ''È in corso una causa nella quale Arcobaleno Tre - accusava la showgirl - sembra più intenzionata a trovare cavilli per non onorare gli impegni, anche economici, contrattualmente e liberamente assunti, che promuovere efficacemente il film, nonostante vi sia tutto il tempo per farlo''.

Secondo la Parisi il contratto era saltato a causa della pubblicazione di alcuni suoi post 'piccati' sull’esperienza di 'NemicAmatissima'. Ma la risposta di Niccolò Presta, figlio di Lucio e amministratore unico dell’agenzia non tardò ad arrivare: ''Leggere (nuovamente) provocazioni o dichiarazioni della signora Parisi su questioni che andrebbero trattate non in Rete ma in sedi opportune, lo trovo fuori luogo'', dichiarò. Ad accendere ancor di più le ire di Lucio e in particolare di Niccolò Presta è stata la pubblicazione da parte della Parisi sul suo profilo Instagram di una foto di molti anni prima che la ritraeva in compagnia della mamma dello stesso Niccolò con la didascalia: ''Mi aveva detto di non fidarmi'' (poco dopo fu rimossa). "La cosa che mi ha più ferito - ricorda Lucio Presta - è stato quando pubblicò la foto di Emanuela ( la sua ex moglie deceduta, ndr) e le mise in bocca frasi contro di me e contro i figli. Questa cosa è imperdonabile''.

(di Alisa Toaff)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli