Lucrezia Lante a Verissimo: “Sono andata in analisi”

luca barbareschi lucrezia lante

Lucrezia Lante della Rovere e Luca Barbareschi sono stati insieme per molto tempo in passato: per la prima volta sono arrivati insieme a Verissimo. Insieme sul palco, sui set, nella vita: legati prima dall’amore (per 7 anni sono stati insieme) e poi dall’amicizia. I loro destini si sono incrociati agli inizi degli anni 90, ma ad oggi sono pronti per tornare sul palco insieme. Il loro spettacolo, una commedia che li riunirà insieme, si chiama “In scena sopra il letto” dal prossimo 17 dicembre 2019. “C’è come una trappola emotiva perché in scena parliamo anche di noi. Non è la nostra storia ma ci sono delle intermittenze di cuore”.

Verissimo, Lucrezia Lante e Luca Barbareschi

Destini incrociati è il titolo dell’incontro tra Luca Barbareschi e Lucrezia Lante della Rovere: insieme, a Verissimo, hanno raccontato la loro storia. “Eravamo una bellissima coppia” ha rivelato Luca. “Ci siamo messi insieme 30 anni fa e ci siamo lasciati per troppo amore” ha proseguito. Ma Lucrezia ha invece rivelato che il problema della loro storia era l’età: “La vita ti piomba addosso: avevo bisogno di parlare con qualcuno e sono andata in analisi”.

Ma parlando del loro ritorno sulla scena, invece, torna l’arcobaleno: “Luca è stato il mio maestro” ha rivelato la donna. “Cosa rimane dall’amore alla fine? Lei mi ha dato delle cose bellissime e io spero di averne date a lei” ha aggiunto lui.

Il caso del teatro Manzoni

“Sono triste” ha confessato Luca Barbareschi. Sul caso del rinvio al giudizio per i fatti del teatro Manzoni, l’uomo ha rivelato: “Sono pronto a dimettermi e a fare causa allo stato”. “Ho ricevuto un rinvio a giudizio per una cosa che non ha neanche senso – ha poi aggiunto -. Se mi avessero detto cinque anni fa, che dopo aver comprato un teatro, il risultato sarebbe stato quello di avere un avviso di garanzia …non so”. La situazione è un po’ scomoda e difficile, al punto che Luca cerca di chiuderla in breve: “Un po’ come l’Ilva: se chiude ha una denuncia, se apre ne ha un’altra”. Alla domande di Silvia, Barbareschi risponde: “Noi dobbiamo rispettare chi ha comprato i biglietti, ma se qualcuno non fa qualcosa, sì. Per non truffare il pubblico finirò la stagione, ma da fine aprile non so”.