L'Ue allenta restrizioni per l'ingresso dei turisti

·1 minuto per la lettura

AGI - L'Ue allenta, in vista della stagione estiva, le restrizioni per l'ingresso di turisti da Paesi terzi.

Il Consiglio ha adottato la raccomandazione della Commissione di modifica sulla limitazione temporanea ai viaggi non essenziali nell'Unione.

L'aggiornamento delle regole tiene in conto le campagne di vaccinazione in corso, introduce alcune deroghe per le persone vaccinate e allenta i criteri per revocare le restrizioni per i Paesi terzi. Allo stesso tempo, tiene conto dei possibili rischi posti dalle nuove varianti stabilendo un meccanismo di freno di emergenza per reagire rapidamente all'emergere di una variante "di interesse" o "preoccupazione" in un Paese terzo.

Affinché le restrizioni ai viaggi non essenziali siano revocate per un dato Paese extra-Ue, in base alle nuove regole il numero di casi di Covid-19 ogni 100 mila abitanti negli ultimi 14 giorni è aumentato da 25 a 75. Verranno presi in considerazione anche i progressi nella vaccinazione della popolazione. 

Altri criteri esistenti continuano ad applicarsi, tra cui un trend stabile o decrescente di nuovi casi, il numero di test eseguiti, un tasso di positività del 4% tra tutti i test effettuati, la risposta complessiva al Covid-19 nel Paese. La reciprocità sarà presa in considerazione e valutata caso per caso.

Negli Stati membri in cui non verrà più richiesta la quarantena o i test per i vaccinati, in linea di principio dovranno revocare le restrizioni sui viaggi non essenziali per i viaggiatori di Paesi terzi che hanno ricevuto l'ultima dose raccomandata di un vaccino approvato dall'Ema almeno 14 giorni prima dell'arrivo. Gli Stati membri potranno accettare anche i vaccini autorizzati per l'uso di emergenza dall'Oms. 

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli