L'Ue annuncia la missione in Libia, Haftar continua ad avanzare

Il 7 gennaio prossimo si terrà la missione europea in Libia. Parteciperanno l'Alto rappresentante dell'Ue per la politica estera, Josep Borrell, e i ministri degli Esteri italiano, Luigi Di Maio, con i suoi omologhi di Francia, Gran Bretagna e Germania. Lo ha annunciato Borrell in una telefonata con il ministro degli Esteri del Governo di accordo nazionale, Mohamed Taher Siala.

La Turchia, intanto, fa sapere di aver ricevuto la richiesta di sostegno militare da parte del Governo di accordo nazionale libico impegnato a contrastare l'offensiva del generale della Cirenaica, Khalifa Haftar, contro Tripoli. Un'offensiva che, secondo quanto annunciano i miliziani fedeli al maresciallo, ha portato "nelle ultime ore alla conquista della sede del capo di stato maggiore".

Almeno 14 combattenti delle forze di Haftar, tra cui un colonnello, risultano morti in nuovi scontri con le milizie legate al Governo di accordo nazionale, a sud della capitale Tripoli. Il colonnello ucciso è Fathi Mohamed al Mislati, capo delle operazioni della brigata "106" guidata da Seddam Haftar, figlio dell'uomo forte della Cirenaica.