L'ufficio stampa del conduttore di Caduta libera smentisce

·2 minuto per la lettura
gerry scotti terapia intensiva
gerry scotti terapia intensiva

Dopo la paura del pubblico, è arrivata la smentita del suo ufficio stampa: Gerry Scotti non è mai stato in terapia intensiva. Le sue condizioni di salute e le parole del suo assistente.

Gerry Scotti e la smentita sulla terapia intensiva

Nelle scorse ore era uscita la notizia di Gerry Scotti ricoverato in terapia intensiva a causa della sua positività al Coronavirus. La notizia naturalmente ha fatto il giro del web, è diventata virale e il suo pubblico si è subito preoccupato per le condizioni di salute del loro conduttore preferito. Ebbene, oggi è arrivata la smentita da parte del suo ufficio stampa che, a Fanpage, ha rivelato:

“Gerry sta bene, non è mai stato in terapia intensiva. È ancora ricoverato ma uscirà a breve, nei prossimi giorni. A grandi linee, ha avuto un decorso simile a quello di Carlo Conti.”

Questo è ciò che ha dichiarato Massimo Villa, ufficio stampa del conduttore di Caduta Libera e Chi vuol essere milionario? e voce ufficiale per smentire ciò che tutte le testate online avevano scritto a seguito della notizia data da TPI.

Insomma, Gerry Scotti non è mai stato in terapia intensiva e questo ha fatto tirare un sospiro di sollievo ai suoi familiari, amici e fan. Ma il Coronavirus non è stato di certo “gentile” con Scotti. Villa, infatti, ha proseguito il racconto dicendo:

“È stato ricoverato (ma non in terapia intensiva) perché ha preso il Covid in maniera abbastanza tosta ma non è mai stato a rischio. Aveva soprattutto una febbre che non riusciva a debellare. Per questo ha deciso di farsi ricoverare. Pensava di scamparla, poi però ha visto che la febbre senza Tachipirina tendeva a risalire e si è preoccupato.”

Massimo Villa, il suo ufficio stampa, ha sentito Gerry che gli ha confermato di stare bene, che i valori sono a posto e i medici sono contenti e lo è anche lui. La febbre, infatti, è sparita e i valori sono rientrati nei parametri.