Dopo l'uomo sulla luna arriva l'auto elettrica, il Lunar Roving

redazione@motor1.com (Fabio Gemelli)
Rover lunare, la prima e unica auto sulla Luna

Tecnica, potenza, velocità, foto e curiosità della prima e unica auto lunare a batteria (non ricaricabile) che vale 59 milioni

20 luglio 1969, alle 22:17:40 ore italiane il primo uomo arriva sulla Luna grazie alla missione Apollo 11. E’ Neil Armstrong, l’astronauta americano scelto, oltre che per la sua preparazione, freddezza e resistenza fisica, anche per la fortuna che lo aveva sempre accompagnato nella carriera di aviatore e pilota collaudatore. Sono passati esattamente cinquant’anni da quella storica serata e la ricerca spaziale continua senza sosta, come dimostra lo SpaceX CRS-18 diretto verso la Stazione Spaziale Internazionale.

La cosa curiosa, ma più che ovvia visto il livello pionieristico dello sbarco lunare, è che Armstrong si muove sulla Luna a piedi, senza un’auto o qualcosa che le somigli. Per avere la prima auto lunare (“rover lunare” o “Lunar Roving Vehicle - LRV” nella denominazione ufficiale NASA) gli astronauti devono attendere ancora due anni, fino a luglio 1971, con la missione Apollo 15. Ma com’è fatta la prima e unica auto guidata dall’uomo sulla Luna? Scopriamolo assieme.

Nudo telaio a cielo aperto

Il Lunar Roving Vehicle o LRV è imparentato con le auto che conosciamo tutti noi solo per il fatto che ha quattro ruote e due sedili, ma per il resto è qualcosa di totalmente diverso e originale. Intanto c’è solo il telaio, un leggero traliccio in tubi d’alluminio, nessuna carrozzeria e una leva a T davanti ai due sedili rivestiti in nylon che serve per accelerare, frenare e sterzare. Le sospensioni sono a doppio braccio oscillante.

Rover lunare, la prima e unica auto sulla Luna

Al posto degli pneumatici ci sono quattro “gomme” in rete matallica di fili di alluminio con battistrada formato da tasselli di titanio disposti a V; questa geniale soluzione ideata da Ferenc Pavlics garantisce l’assorbimento delle asperità del suolo lunare e una sorta di galleggiamento sulle distese polverose del nostro satellite. Per non essere sbalzati dai sedili gli astronauti si ancorano all'auto con cinture a velcro.

Rover lunare, la prima e unica auto sulla Luna

1 CV di potenza

A garantire la trazione (integrale) ci sono quattro motori elettrici a corrente continua, ognuno alloggiato nel mozzo di ogni ruota e con 0,25 CV di potenza. La potenza complessiva dell’auto lunare è quindi di 1 CV, mentre la velocità massima è limitata a 14 km/h. Il moto alle ruote è trasmesso da un riduttore cicloidale con rapporto 80:1.

Rover lunare, la prima e unica auto sulla Luna

L’energia necessaria a percorrere al massimo 90 km è accumulata in due batterie zinco-argento non ricaricabili che pesano in tutto 54 kg. La capacità totale degli accumulatori è di 242 Ah a 36 volt, ovvero 8,7 kWh. Un’altra curiosità è quella delle quattro ruote sterzanti, comandate da altrettanti motori elettrici da 0,1 CV che garantiscono un raggio di sterzata di appena 3 metri.

'

Poco più lunga di un "Cinquino"

Per capire quanto è compatta l’auto lunare, studiata per la massima leggerezza, sicurezza e affidabilità, basta ricordare la lunghezza di 3,1 metri, di poco superiore alla mitica Fiat 500 dell’epoca, ma con un passo di 2,3 metri che si avvicina a quella della contemporanea Fiat Dino Spider. Il peso dell’LRV è di appena 210 kg (contro i 500 kg del citato Cinquino) e può trasportare più di 490 kg di carico. Gli astronauti guidano il rover lunare fino ad una distanza che non supera quella di sicurezza ripercorribile a piedi in caso di guasto e nel corso delle missioni Apollo 15, 16 e 17 (luglio 1971 - dicembre 1972) si allontanano al massimo di 7,6 km dal LEM (Lunar Excursion Module).

Rover lunare, la prima e unica auto sulla Luna

Gli astronauti guidano il rover lunare manualmente, ma un navigatore inerziale e un computer di bordo danno sempre a pilota e passeggero la posizione della base col LEM e l’esatto percorso di ritorno. Gli unici inconvenienti occorsi agli LRV sono quelli provocati dalla polvere lunare che ostruisce i radiatori di raffreddamento delle batterie e la rottura di due parafanghi, riparati in maniera provvisoria sulla Luna. Da ricordare è invece il capo progetto LRV, lo specialista Saverio F. Morea. La targa della prima auto sulla Luna è ovviamente "LRV 001".

Rover lunare, la prima e unica auto sulla Luna

L'uomo nello spazio, anche in auto

59 milioni di euro l'uno

La costruzione del Lunar Roving Vehicle viene affidata dalla Nasa a Boeing e General Motors, raggiungendo un costo di 38 milioni di dollari, equivalenti a circa 265 milioni di dollari di oggi (236 milioni di euro al cambio attuale). Questo significa che i quattro esemplari costruiti sono costati circa 59 milioni di euro ciascuno. Per la cronaca i tre LRV sbarcati sulla Luna sono rimasti lassù alla fine delle missioni, dopo aver coperto in totale 91,7 km, e anche le foto più recenti scattate in orbita lunare confermano la loro presenza poco lontano dal luogo di allunaggio del LEM.

Rover lunare, la prima e unica auto sulla Luna

Tra l’altro la telecamera posizionata nella parte frontale del veicolo è servita anche a riprendere le immagini della ripartenza del modulo di ascesa del LEM verso il modulo di comando rimasto in orbita, almeno durante la missione finale Apollo 17. Dell'LRV esistono ancora sulla Terra diversi esemplari, dai modelli in scala naturale fino ai prototipi di sviluppo, fino ad arrivare alle repliche più o meno fedeli; quasi tutti sono ospitati in musei negli Stati Uniti.

'

Foto e Video: NASA