Luigi Di Maio e Nicola Zingaretti: verso le regionali in Calabria

di maio zingaretti

La coalizione di governo giallo-rossa ha ottenuto una sconfitta pesante alle ultime elezioni regionali in Umbria. Le vie di uscita sono molteplici ma Luigi Di Maio e Nicola Zingaretti hanno visioni tra loro distanti. Il capo politico di M5s, infatti, guarda alla Calabria con speranza e intende presentarsi da solo e senza alleanze. Il segretario del Pd, invece, non ha definito una linea chiara, pur allontanando la possibilità di indire nuove elezioni. Nelle idee di Zingaretti ci sono tutte le mosse possibili per mantenere il maggior numero di roccaforti rosse. Ma c’è una figura che inserita tra i due leader potrebbe portare ad una crisi.

Di-Maio-Zingaretti, verso una crisi?

Mario Oliviero è il candidato del Partito Democratico alle elezioni regionali in Calabria. Al Movimento 5 stelle, però, questo candidato non garba proprio, mentre il Pd spera di mantenere il governo sulla regione. Luigi Di Maio e Nicola Zingaretti, inoltre, hanno accolto la sconfitta con due comportamenti molto diversi che sembrano condurre verso il distacco. Olivieri non è interessato a questa “valutazione condivisa” e intende concorrere alla presidenza della regione anche senza simbolo di partito. La situazione dunque profila aria di crisi.

“Le ragioni di tutto ciò sono molteplici- riferisce con una nota Nicola Oddati, della segreteria nazionale -. Oliverio non unisce il partito, non garantisce la possibilità di formare una coalizione competitiva, non rappresenta quel bisogno di rinnovamento necessario per poter competere in questa difficile competizione elettorale”. Vedremo quale risultato verrà raggiunto in Calabria.