Luigi Di Maio fuori dal Movimento: Paola Taverna possibile reggente

paola taverna reggente

La leadership di Luigi Di Maio all’interno del Movimento Cinque Stelle è sempre più sottile. Una nuova spallata gli è stata data da Davide Casaleggio, il quale ha voluto mettere al voto la decisione sulla partecipazione del M5s alle elezioni regionali in Emilia Romagna. Fatto al quale Di Maio si era detto contrario.

LEGGI ANCHE: Regionali, cosa cambia dopo il voto su Rousseau

La sua linea politica è stata bocciata ma Di Maio continua a sostenere che Beppe Grillo sia sempre dalla sua parte. “Sicuramente il Movimento è in un momento difficoltà e lo ammetto prima di tutto io”, ha detto rassegnato. La consultazione però è stata una “prova di democrazia”.

VIDEO - 5 domande sulla piattaforma Rousseau

Paola Taverna possibile reggente

La verità che sembra emergere è che la fine dell’era Di Maio sia l’argomento principale nelle riunioni ristrette dei big, nonché l’oggetto principale delle telefonate tra Beppe Grillo e i vertici del partito. Si fa largo l’ipotesi di un “congelamento”. Secondo il regolamento dei M5s, al posto di Di Maio dovrebbe andare il presidente del collegio di garanzia, quindi Vito Crimi. Ma la logica vuole che il posto da reggente si assegnato a un leader forte apprezzato dalla base, come Paola Taverna o Alessandro Di Battista, il quale però è appena partito per l’Iran.

Paola Taverna è l’attuale vicepresidente del Senato della Repubblica, incarico che ricopre dal 28 Marzo 2018. Nata e residente a Roma, nel 1969, vive nel quartiere Torre Maura. Si è diplomata perito aziendale e corrispondente in lingue estere. Prima di entrare attivamente a far parte della politica, Paola Taverna ha lavorato per 13 anni (2000-2013) come segretaria presso un poliambulatorio di analisi cliniche.