Luigi Di Maio: "Picco a fine mese, più restrizioni e più vaccini"

Carlo Renda
·Vicedirettore HuffPost
·1 minuto per la lettura
Luigi Di Maio (Photo: getty)
Luigi Di Maio (Photo: getty)

“Stiamo entra ndo nella terza ondata del Covid. Secondo i dati scientifici che abbiamo, il picco lo avremo a fine mese. Questo inevitabilmente ci spinge a misure più restrittive per cercare di fermare il trend dei contagi”. Così Luigi Di Maio, in un’intervista ad “Avvenire” ricorda che “il ministro Speranza ha chiarito che il piano vaccinale avrà una forte accelerazione: entro l’estate tutti gli italiani che lo vorranno saranno vaccinati” ed ”è evidente che da questo punto di vista bisogna dare di più ma soprattutto sul piano europeo”.

La campagna Ue di vaccinazione in generale ”è andata troppo a rilento, alcune procedure sono risultate troppo articolate”, prosegue Di Maio. “Bisogna comprendere che l’obiettivo deve essere quello di rafforzare la legislazione europea per agevolare alcuni processi, come ad esempio l’uso di medicinali” e le “trattative con la case farmaceutiche” perché “si è arrivati in ritardo” con “ulteriori frenate per tutti gli Stati membri”.

Sul fronte politico, Di Maio evidenzia che Giuseppe Conte “ha deciso di portare avanti insieme a noi un progetto rifondativo dentro un perimetro specifico definito dai valori europei ed euroatlantici. E, al contempo, con una visione innovativa su obiettivi da lui condivisi quando era al governo, a partire dall’esigenza di adeguare ambiente e sistema produttivo alle nuove opportunità. M5s è in una fase di grande rilancio, sono molto ottimista. Vedo molta compattezza, saremo protagonisti anche i prossimi dieci anni” sottolinea il ministro degli Esteri. “Con Conte nei 5 stelle credo che potremo tornare a essere la prima forza politica del Paese”.

In merito alle dimissioni di Zingaretti da segretario del Pd, Di Maio replica che “con Nicola ho lavorato benissimo, è una perso...

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.