De Luise (Confesercenti): ora ristori immediati e adeguati

·1 minuto per la lettura
featured 1273953
featured 1273953

Milano, 13 apr. (askanews) – “Il decreto sostegno di positivo ha portato che ha superato i codici ateco che noi avevamo contestato. Ora abbiamo una platea di imprese più numerosa e conseguentemente la capacità del decreto non è stata sufficiente per tutte le imprese. Sono 14 mesi che queste imprese sono chiuse per decreto, per garantire la nostra sicurezza, molte di queste con stop and go hanno potuto lavorare, ma sono 14 mesi che le imprese non riescono a portare a casa uno stipendio compiuto”. Lo ha detto la presidente di

Confesercenti, Patrizia De Luise.

“E’ necessario non tergiversare più e intervenire con interventi mirati e immediati, con una proroga certa sulla moratoria dei mutui e del fisco, con un intervento sui costi fissi e con una forte accelerazione sul piano vaccinale per poter riprogrammare gradualmente le riaperture. Le imprese hanno bisogno di una programmazione e di date certe sui ristori che devono essere immediati e adeguati”.