Luiss Business School: un nuovo Hub a Belluno con Confindustria

Luiss Business School: un nuovo Hub a Belluno con Confindustria

Belluno, 29 gen. (askanews) – Un nuovo polo di alta formazione, consulenza e ricerca applicata sui temi del business e del management, rivolto alle imprese del Nord Est: è stato inaugurato a Belluno l’Hub “Veneto delle Dolomiti” della Luiss Business School, che nasce dalla collaborazione tra l’ateneo e Confindustria Belluno Dolomiti, oltre che con le istituzioni locali.

Al taglio del nastro del nuovo Hub ha preso parte anche il presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia. “Il messaggio di oggi – ci ha detto – è molto forte: l’idea che la Business School della Luiss apra una sua sede insieme a Confindustria Belluno, che diventa elemento di inclusione delle persone, di attrazione per i giovani, di attrazione per le nostre imprese, determina il fatto che territori come questo devono diventare importanti al pari di territori centrali”.

L’Hub “Veneto delle Dolomiti”, nella visione della Luiss, viene a colmare uno storico vuoto formativo e si rivolge direttamente alle esigenze del territorio. E il presidente della Luiss Business School, Luigi Abete, ha sottolineato l’importanza della relazione con Belluno e le sue imprese. “Questi progetti – ha spiegato ad askanews – funzionano non solo se si sviluppa una professionalità e un livello di organizzazione adeguato, ma se ci si inserisce in una comunità non solo di interessi, ma anche di persone. Quindi avere una strategia molto forte con l’associazionismo confindustriale, avere un rapporto costruttivo con le istituzioni del territorio sono parti essenziali del processo. Coloro che costruiscono l’oggi in previsione di un futuro migliore sono quelli che sanno fare sinergia all’interno di una comunità”.

Tema, quello della comunità e delle possibilità imprenditoriali che la sostengono, particolarmente caro a Maria Lorraine Berton, presidente di Confindustria Belluno Dolomiti. “E’ stato difficile, senz’altro – ci ha spiegato – però abbiamo in qualche modo portato a Belluno qualcosa che non si pensava potesse accadere, qui c’è fame di formazione e di alta formazione. La Luiss lo ha percepito, per cui abbiamo immediatamente pensato che fosse il posto più giusto per aprire il loro terzo Hub”.

Alla cerimonia inaugurale è intervenuto anche il presidente del Veneto, Luca Zaia, che ha sottolineato il momento importante per tutto il Bellunese. “E’ una provincia che conosce un nuovo rinascimento – ha detto Zaia – che passa per i Mondiali di sci, le Olimpiadi e poi non può che atterrare con questa bella operazione della Luiss Business School. E’ un territorio da 90mila occupati, da 14mila imprese, un territorio che fa più di 3 milioni di presenze turistiche ed è un territorio che crescerà ancora di più”.

Tra gli obiettivi dell’Hub ci sono anche la rivitalizzazione del tessuto economico-sociale del territorio e la creazione di un ecosistema che favorisca le nuove imprenditorialità. Ma per il sindaco di Belluno Jacopo Massaro è fondamentale anche l’aspetto accademico. “Sicuramente – ci ha detto – è una grande opportunità per la città di Belluno, che a causa della sua marginalità geografica, fatica a entrare nei circuiti universitari. Però credo anche che rappresenti soprattutto un contributo del nostro territorio a un’esigenza che c’è a livello nazionale, ossia quella di formazione ad altissimo livello”.

I corsi nell’Hub “Veneto delle Dolomiti” prenderanno il via a marzo 2020 e l’offerta formativa comprende Executive Programme, Master full time e Custom e consulenza.