Luiss: campagna social su Gervasoni, valutiamo potenziale diffamatorio

Red

Roma, 23 set. (askanews) - "In riferimento alla campagna alimentata in queste ore sui social media, a proposito del Prof. Marco Angelo Gervasoni, l'Università Luiss Guido Carli riafferma il proprio carattere pluralista, indipendente e liberale, che rispetta le opinioni più diverse, scevre però da ogni radice intollerante, razzista o sessista nutrita di odio verso gli altri, così come sancito dai valori e dal codice etico dell'Ateneo. Ribadiamo che tutti gli incarichi dei docenti a contratto hanno durata limitata e giungono, dunque, a scadenza come nel caso in questione". E' quanto si legge in una nota della Luiss.

"Parlare di "epurazione" è, pertanto, del tutto strumentale - prosegue la nota - dal momento che la scelta di non rinnovare il contratto d'insegnamento annuale con il Prof. Gervasoni era stata presa dagli Organi competenti nella propria più piena autonomia (già con delibera del Dipartimento di Scienze Politiche del 16 luglio e del Senato Accademico del 23 luglio scorsi). Abbiamo conferito - conclude la nota - ai nostri legali il mandato di verificare le affermazioni diffuse, per valutarne il potenziale diffamatorio".