Luiss riparte: lezioni in presenza da settembre, a luglio i test

Luiss riparte: lezioni in presenza da settembre, a luglio i test

Milano, 26 giu. (askanews) – Oltre la metà delle lezioni in presenza per gli studenti dei primi anni, orari differenziati e nuovi spazi da vivere, sette giorni su sette. Sono queste alcune delle misure che saranno adottate dall’università Luiss Guido Carli per la ripresa della didattica, a partire da settembre 2020. Ne abbiamo parlato con il rettore della Luiss, Andrea Prencipe. “Luiss – ha detto ad askanews il professore – riapre in settembre con un rientro fisico, le matricole avranno lezioni in presenza nel 70% dei loro corsi, mentre per gli anni successivi organizzeremo lezioni in presenza per il 50%. Abbiamo anche deciso di tenere aperte le nostre strutture nei fine settimana e nelle ore serali per offrire anche le attività extra curricolari”.

Per fronteggiare il dopo-pandemia l’ateneo ha anche fatto significativi investimenti sull’infrastruttura informatica, sia a livello di macchinari, sia di competenze per i docenti. E le attività in presenza ripartono già dal mese di luglio. “Il 29 e 30 luglio – ha aggiunto il rettore – organizziamo i test d’ingresso in presenza, il 30 luglio a Roma, il 29 in altre città italiane e sottolineo anche che abbiamo numerose borse di studio a disposizione dei nostri futuri studenti. Il 1 luglio invece entreremo in presenza per la discussione delle tesi di laurea e i nostri laureandi potranno discutere la propria tesi davanti ai familiari nella famosa Sala delle Colonne”.

I test d’ingresso, oltre che nella Capitale, si svolgeranno a Bari, Cagliari, Catania, Milano, Napoli e Reggio Calabria). Per quanto riguarda Roma, poi, la Luiss ha predisposto anche nuovi spazi: all’interno del Campus di Viale Romania, è stata predisposta una seconda tensostruttura da oltre 160 posti, dove poter studiare e frequentare le lezioni.

E con il rettore abbiamo anche ragionato di come l’emergenza Covid abbia cambiato il modo di pensare l’università. “Questo è importante – ha concluso Andrea Prencipe -: comprendere quanto la didattica digitale possa essere, utilizzando un neologismo, aumentativa rispetto alla didattica tradizionale. Dall’altra parte ci ha fatto ripensare l’importanza della didattica tradizionale”.

Nei mesi estivi, infine, Luiss propone la Summer University per gli studenti universitari e la Summer School per i liceali. Entrambe di terranno nelle sedi Luiss, con lezioni in presenza, da fine agosto.