Lula vince elezioni Brasile, Bolsonaro non concede vittoria

Il candidato alle presidenziali brasiliane Luiz Inacio Lula da Silva durante un comizio elettorale nel giorno del ballottaggio delle elezioni

SAO PAULO/BRASILIA (Reuters) - Il leader della sinistra brasiliana Luiz Inacio Lula da Silva ha sconfitto al ballottaggio, con un margine ristretto, il presidente Jair Bolsonaro, ma il leader di estrema destra in carica non ha ammesso la sconfitta ieri sera, sollevando la preoccupazione che possa contestare il risultato.

Il Tribunale superiore elettorale (Tse) ha eletto Lula prossimo presidente, con il 50,9% dei voti contro il 49,1% di Bolsonaro. L'insediamento del 77enne Lula è previsto per il 1° gennaio.

Si è trattato di un'incredibile rimonta per l'ex presidente di sinistra e di un duro colpo per Bolsonaro, il primo presidente in carica brasiliano a perdere un'elezione presidenziale.

"Finora Bolsonaro non mi ha chiamato per riconoscere la mia vittoria, e non so se mi chiamerà o se la riconoscerà", ha detto Lula a decine di migliaia di sostenitori esultanti che festeggiavano la vittoria sulla Paulista Avenue di San Paolo.

Una fonte vicina alla campagna elettorale di Bolsonaro ha detto a Reuters che il presidente non farà commenti pubblici fino a lunedì. Non è stato possibile ottenere un commento da parte della campagna elettorale di Bolsonaro.

L'anno scorso Bolsonaro aveva apertamente discusso la possibilità di rifiutare i risultati del voto, sostenendo senza fondamento che il sistema di voto elettronico brasiliano fosse vulnerabile ai brogli.

Una stretta alleata di Bolsonaro, la deputata Carla Zambelli, in un apparente cenno ai risultati, ha scritto su Twitter: "Vi prometto che sarò la più grande opposizione che Lula abbia mai immaginato".

I mercati finanziari potrebbero vivere una settimana volatile, con gli investitori che valutano le speculazioni sul governo di Lula e il rischio che Bolsonaro metta in discussione i risultati.

Il voto è stato un ammonimento per l'acceso populismo di estrema destra di Bolsonaro, che è emerso dai banchi del Congresso per forgiare una nuova coalizione conservatrice, ma ha perso consensi mentre il Brasile registrava uno dei peggiori bilanci di decessi della pandemia di coronavirus.

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden si è congratulato con Lula per aver vinto "elezioni libere, eque e credibili", unendosi al coro di complimenti dei leader europei e latinoamericani.

Gli osservatori internazionali hanno detto che le elezioni di ieri si sono svolte in modo efficiente. Un osservatore ha detto a Reuters che i revisori militari non hanno trovato alcuna falla nei test di integrità effettuati sul sistema di voto.

(Tradotto da Chiara Bontacchio, editing Stefano Bernabei)