L'ultimo giorno di sole

webinfo@adnkronos.com

Nonostante l'atmosfera sull'Italia sia ancora di stampo prettamente estivo, i numerosi temporali che si sono registrati in questi ultimi giorni sono la chiara testimonianza che le alte pressioni non godono più di ottima salute. Il team del sito 'iLMeteo.it' comunica che nel corso della settimana arriverà un improvviso guasto del tempo: in agguato torneranno dunque non solo i temporali, ma anche il tanto temuto fenomeno della grandine. 

Oggi sarà la giornata più tranquilla sul fronte meteo, con alcuni disturbi relegati solamente alle aree montuose del Nord e alle dorsali appenniniche centro-meridionali. Il rischio di fenomeni sarà comunque inferiore rispetto ai giorni scorsi. Domani ecco invece avvicinarsi un insidioso vortice depressionario, in grado di portare una maggior ingerenza temporalesca su diversi settori del nostro Paese: sotto stretta osservazione sarà soprattutto la Sardegna, dove è attesa una fase a tratti perturbata, con frequenti piogge, rovesci temporaleschi e anche qualche grandinata.  

A seguire il tempo peggiorerà anche al Nordovest: attenzione ai forti temporali che potranno essere accompagnati da grandine. A rischio soprattutto la Liguria, il Piemonte, la Lombardia e in seguito l'Emilia occidentale. I fenomeni continueranno tuttavia a prediligere le aree montuose. Qualche rovescio temporalesco si spingerà anche sulle dorsale appenninica del Centro, specie su quella toscana ed umbro-marchigiana. Il quadro meteorologico andrà poi migliorando dalla serata di mercoledì, quando l'instabilità risulterà confinata sulla parte più settentrionale della Sardegna.  

Il team del 'iLMeteo.it' avvisa che da giovedì e fino a tutto il prossimo weekend il vortice di bassa pressione si isolerà sul basso Tirreno e continuerà a condizionare negativamente il tempo sui rilievi, in particolare quelli del Centro-Sud e delle due Isole maggiori. Anche l'arco alpino, tuttavia, non sarà esente da qualche rovescio pomeridiano, specie quello orientale.