L'ultimo saluto alla ragazza uccisa a 15 anni

·2 minuto per la lettura
Chiara Gualzetti
Chiara Gualzetti

La data del funerale di Chiara Gualzetti, 15enne uccisa da un amico, è stata ufficialmente fissata. Il funerale si terrà a Monteveglio. Creata anche una raccolta fondi per aiutare la famiglia della ragazza a sostenere le spese legali.

Chiara Gualzetti funerale: la data

Mercoledì 7 luglio 2021 si terranno i funerali di Chiara Gualzetti, nella chiesa di Santa Maria a Monteveglio. L’omicidio della 15enne è avvenuto una settimana fa e ora la sua famiglia è circondata dall’affetto di tutta la comunità, in attesa di darle l’ultimo saluto. Per i risultati dell’autopsia effettuata dal medico legale Emanuela Segreto ci vorranno ancora tre mesi. L’esame autoptico è durato quattro ore e ha confermato la violenza che è stata descritta dal giudice, oltre alla dinamica raccontata durante la confessione del suo assassino. L’ha uccisa con quattro coltellate al petto, due delle quali sono state fatali. Ci sono anche stati dei calci.

Chiara Gualzetti funerale: la raccolta fondi

Dopo l’omicidio di Chiara Gualzetti è stata creata una raccolta fondi intitolata “Giustizia per Chiara Gualzetti“. Per il momento hanno contribuito più di 700 persone, con lo scopo di aiutare la famiglia della 15enne a sostenere le spese legali. L’obiettivo della raccolta fondi era di 15mila euro, che si sperava di riuscire a raggiungere entro il 31 luglio, ma con largo anticipo è stato superato. Per il momento sono stati raccolti quasi 19mila euro.

Chiara Gualzetti funerale: l’omicidio

Chiara Gualzetti è stata colpita al petto e al collo, con quattro coltellati. Non ha avuto la possibilità di difendersi. L’autopsia sul suo corpo ha confermato quello che ha raccontato il 16enne durante la confessione, che ora si trova in carcere per omicidio premeditato. Lei credeva che lui fosse un suo amico, ma lui l’ha colpita con il coltello e poi l’ha picchiata. La famiglia della 15enne aveva lanciato l’allarme perché la figlia, che era uscita con un amico, non era rientrata a casa. Poco dopo è stato trovato il suo corpo vicino ad un bosco. L’assassino ha confessato, spiegando di aver sentito una voce che lo invitava ad uccidere. Aveva già annunciato quello che voleva fare ad un amico, che ha creduto si trattasse di uno scherzo. L’omicidio è stato premeditato, visto che il ragazzo ha dato appuntamento alla ragazza e si è presentato armato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli