Lunghe code in autostrada e difficoltà nel controllare tutti

·1 minuto per la lettura
vacanze pasqua flusso turisti
vacanze pasqua flusso turisti

A pochi giorni dal fine settimana di Pasqua sembrano già essere molti le persone che, approfittando di regole leggermente più permissive in quei giorni e in una loro interpretazione hanno deciso di concedersi una vacanza. Molti coloro che dalle Regioni del nord si stanno dirigendo verso sud, magari con la scusa di andare a trovare un parente o un amico. La realtà però è che con un flusso di turisti così ampio sulle strade risulta veramente difficile pensare di effettuare dei controlli su tutti.

Flusso di turisti al sud per le vacanze pasqua

A denunciare quanto sta avvenendo in queste ore in Italia è stato un casellante di Bari con una mail spedita al sindaco della città pugliese Antonio Decaro. Un flusso immenso di gente che scende dal nord e dall’estero – scrive l’uomo – ma è possibile che non c’è nessuno a controllarli?“.

“Sono un dipendente di autostrade – ha specificato l’uomo – lavoro nei caselli da Bari sud a Trani. Ieri mi sono permesso di chiedere ad una coppia venuta da Milano cosa erano venuti a fare e mi hanno risposto che sono venuti a fare le vacanze di Pasqua. Gli ho chiesto se avevano autorizzazione e mi hanno risposto ridendo: ma quale autorizzazione, tanto non ci controlla nessuno, abbiamo anche prenotato un BnB”.

“Ora mi domando: ma è possibile tutto questo? La legge – conclude – non dovrebbe essere uguale per tutti? Non si possono rafforzare i controlli in uscita l’autostrada?”. Domande più che lecite quelle del casellante, ma che fin qui non hanno ottenuto risposta dal sindaco.