L'UNHCR esorta la Grecia a indagare sui respingimenti -3-

red/Mgi

Roma, 12 giu. (askanews) - Quello di cercare e godere dell'asilo un diritto fondamentale e a tutti i richiedenti dovrebbero essere garantiti accesso alle procedure per farne domanda e protezione dai respingimenti o dai ritorni informali forzati. La pandemia da coronavirus ha aggravato le difficolt delle persone costrette a fuggire da guerre, conflitti e persecuzioni, ma a coloro che vivono questa condizione non si dovrebbero negare sicurezza e protezione, date le circostanze.

L'UNHCR ha rivolto ripetuti appelli agli Stati affinch gestiscano le restrizioni alle frontiere secondo modalit che garantiscano allo stesso tempo il rispetto delle norme internazionali in materia di diritti umani e di protezione dei rifugiati, per esempio con l'imposizione di periodi di quarantena e controlli sanitari. Considerata la necessit di ridurre i rischi di salute pubblica, l'UNHCR ha sostenuto gli sforzi profusi a tal fine e chiesto di allestire adeguati spazi supplementari da destinare all'osservanza di un periodo di quarantena della durata di 14 giorni.