L'uomo che pensa di essere il nipote di Hitler

Hitler e Philippe Loret (foto: Yahoo)

C’è un uomo, in Francia, che dice di essere nipote di Adolf Hitler. Non sembra essere una di quelle classiche boutade per farsi conoscere, in cerca di quei preziosi 15 minuti di celebrità; Philippe Loret, questo il nome dell’uomo, sembra davvero convinto di quello che sta dicendo.

Philippe, 62enne idraulico francese, ha addirittura chiesto alle autorità russe di fare un confronto tra il suo DNA e quello del dittatore nazista, alla ricerca di una verità che per lui è già realtà. Sono infatti i russi a detenere i resti di Adolf Hitler e sono gli unici a poter fare questo tipo di operazione.

Secondo l’uomo la sua nonna materna, Charlotte Lobjoie, avrebbe avuto una breve relazione clandestina con il führer quando lui era soldato di stanza in Francia, ai tempi della prima guerra mondiale. L’incontro sarebbe avvenuto nel 1916, anno nel quale il futuro dittatore dipinse questo quadro sottostante. Secondo Philippe, la donna nel dipinto sarebbe proprio Charlotte Lobjoie, e infatti in molti vedono una certa somiglianza. La donna posò come modella e da quell’incontro sarebbe nata una fugace relazione. Charlotte rimase incinta e da quel toccata e fuga nacque Jean-Marie Loret, padre di Philippe.

Il dipinto di Hitler del 1916, con Charlotte Lobjoie

La ricostruzione è suggestiva, ma senza alcuna prova concreta. Serve proprio un esame “vero” come quello del DNA per confermare una parentela del genere.

Nel frattempo la televisione russa ha girato un servizio a casa di Philippe e ha mostrato il prelievo della sua saliva, necessaria per le analisi. Per ora il caso è molto mediatico, anche se Philippe è veramente convinto. Negli anni è cresciuta in lui una certa passione per tutto ciò che riguarda Hitler, e nella sua casa ci sono alcuni oggetti che lo richiamano. Dovesse essere confermata la parentela, di sicuro i minuti di celebrità diventerebbero molto più di quindici.

Guarda anche: