L'uomo non aveva fatto i conti con il sistema di videoregistrazione della Tesla che aveva "puntato"

·2 minuto per la lettura
Arthur Bates mentre finge l'investimento
Arthur Bates mentre finge l'investimento

Una vera truffa in diretta negli Usa, dove un uomo viene arrestato per aver finto di essere stato investito perché non aveva fatto i conti con il tipo di auto il cui conducente aveva provato a gabbare: una Tesla. Non è stato fortunato, decisamente, il mancato truffatore, visto che ha “beccato” l’auto forse più piena di gadget del pianeta. Il 47 enne Arthur Bates Jr infatti non aveva fatto i conti con il sistema di videoregistrazione della Tesla che ha un monitoraggio video a 360°. Si tratta di una rete di telecamere che ha ripreso in pratica l’intera sequenza del suo avvicinamento all’auto, della sua circospezione nello scegliere il momento e del suo “tuffo” per fare credere al guidatore che aveva appena messo sotto un ignaro ed indifeso pedone.

Arrestato per aver finto di essere stato investito, ma l’inventiva di Elon Musk lo condanna

Tutto potenzialmente applicabile se non fosse stato innanzitutto illegale, poi disdicevole perché tutto falso e per di più messo in piedi in maniera approssimativa. La notizia arriva dalla Louisiana, da Slidell, una località a poca distanza dalla cintura urbana di New Orleans. In quelle circostanze, riportano i media locali, un sofferente Bates aveva urlato alla Polizia accorsa di essere stato investito da un’auto che faceva retromarcia in una affollata stazione di servizio.

New Orleans, arrestato per aver finto di essere stato investito: lamentava dolori atroci

Gli agenti verbalizzanti si erano messi all’opera mentre la “vittima” lamentava dolori atroci e ferite alla schiena, alle gambe ed al collo. Assieme al 911 sul posto erano giunte anche un’ambulanza e un’autopompa. Bates, sempre sofferente, aveva raccontato che l’autista era fuggito ignorando completamente il fatto di averlo investito. Le ricerche degli agenti, agevolate anche dalla descrizione che il truffatore grullo aveva dato, si erano concluse con successo dopo poche ore.

Telecamere della Tesla implacabili: 47enne arrestato per aver finto di essere stato investito

E, individuato l’autista del mezzo, avevano trovato la sorpresa: il conducente infatti aveva visionato le riprese delle telecamere della sua Tesla ed aveva immortalato “l’esibizione” del millantatore. Consegnarla alla polizia, scagionarsi da qualunque gravame e fornire agli agenti la prova regina per arrestare Bates per truffa e simulazione di reato era stato un tutt’uno, e tante grazie ad Elon Musk.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli