L'uomo volante sui cieli del Brasile: nuova impresa per Ives Rossy

Rio de Janeiro (Brasile), 3 mag. (LaPresse/AP) - È durato 11 minuti il volo di Yves Rossy, il moderno Icaro che con un paio d'ali ha volteggiato nel cielo di Rio de Janeiro, osservando da lassù Ipanema, Copacabana e il celebre angelo che domina la città, a un velocità di 300 chilometri orari. Undici minuti documentati da una telecamera, un tempo sufficiente a provare il brivido di essere in balia del vento o quasi. Rossy, ex pilota di caccia, ha affrontato la sua avventura con un paio d'ali spinte da quattro motori a reazione, che lo hanno lanciato nei cieli brasiliani prima di lasciare il posto a un più tradizionale paracadute, con il quale è atterrato sulla spiaggia di Copacabana. Costruite in carbonio, le ali sono controllate da una semplice valvola manovrata direttamente dal pilota, che attraverso il movimento delle gambe, delle braccia e delle spalle può cambiare la direzione. Rossy, che ha volato a un'altitudine di 1200 metri, non era alla sua prima esperienza del genere: il progetto delle ali, iniziato nel 1993, lo aveva già condotto quattro anni fa nei cieli del Canale della Manica.

Ricerca

Le notizie del giorno