L'utile di Unipol sale a 813 milioni nei primi 9 mesi dell'anno

·1 minuto per la lettura

AGI - Unipol ha chiuso i primi nove mesi dell'anno con un utile di 813 milioni di euro, in crescita del 7,2% rispetto allo stesso periodo del 2020. 

La raccolta diretta assicurativa, viene spiegato in una nota, è salita a 9,5 miliardi, +9,5% rispetto agli 8.635 milioni di euro al 30 settembre 2020. 

“I primi nove mesi del 2020 erano stati particolarmente influenzati dalla riduzione della sinistralità conseguente al lockdown integrale decretato dal Governo nei mesi di marzo e aprile e dalla lenta ripresa della normalità nei successivi mesi estivi, mentre le limitazioni alla circolazione delle persone nella prima parte del 2021 sono state meno rilevanti”, spiega la società in una nota.

Sul risultato netto al 30 settembre 2021 “ha inciso positivamente, per 155 milioni di euro (41 milioni di euro al terzo trimestre 2020), il consolidamento pro quota del risultato di Bper influenzato, a sua volta, da partite contabili straordinarie conseguenti all'acquisizione nel primo semestre di rami d'azienda ex Ubi Banca e Intesa Sanpaolo”.

Al 30 settembre 2021 la raccolta diretta assicurativa del Gruppo Unipol, al lordo delle cessioni in riassicurazione, si è attestata a 9.454 milioni di euro, +9,5% rispetto agli 8.635 milioni di euro al 30 settembre 2020. 

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli