Lutto nel bresciano: Semec dice addio al suo titolare

morto alberto inversini

A Darfo Boario è morto all’età di 64 anni Alberto Inversini, direttore della storica azienda petrolchimica Semec ed ex vicesindsco del paese nei primi anni Duemila. Inversini era stato ricoverato ricoverato ad aprile per il coronavirus, ma dopo la guarigione il tampone era risultato negativo, fino all’aggravvarsi delle sue condizioni agli inizi di giugno.

Morto Alberto Inversini: aveva il coronavirus

Il paese di Darfo Boario piange la scomparsa di Alberto Inversini, morto all’età di 64 anni per le conseguenze del coronavirus. Inversini era il direttore della storica azienda Semec, leader nell’industria petrolchimica. Dal 1998 al 2002 aveva ricoperto la carica di vicesindaco, dopo anni di attività nel consiglio comunale che gli aveva permesso di creare un legame speciale con i suoi conpaesani.

Sembrava aver sconfitto il virus, era tornato il nostro Alberto energico e dolce di sempre, pronto a scherzare e risolvere i problemi di tutti quanti. Quando il tampone ha dato esito negativo è stato un bel giorno di festa. Poi a maggio improvvisamente è peggiorato, il virus è diventato altro e non si è potuto fare più nulla”. Questo è il ricordo del figlio Andrea in un post su Facebook.

Tampone negativo

Lo scorso aprile era stato ricoverato al nosocomio di Darfo, dopo aver contratto il Covid, e dopo la guarigione il tampone aveva rilevato la sua negatività, facendo credere che fosse guarito del tutto. A maggio però le sue condizioni sono precipitate, fino al decesso arrivato il 3 giugno 2020.

I funerali di Alberto Inversini si terranno nel pomeriggio di venerdì 5 giugno alle 15 nella chiesa Santa Maria di Darfo Boario: lascia la moglie Ivonne, e i figli Stefano, Andrea e Piergiorgio.