Mèsa, fuori il nuovo album “Romantica”

·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 17 set. (askanews) - É uscito venerdì 17 settembre per Bomba Dischi "Romantica", secondo album di inediti della cantautrice romana Mèsa, che arriva tre anni dopo l'opera prima "Touché". L'album, già anticipato dal singolo omonimo, "Animale" e "Stomaco" è stato arrangiato e prodotto da Federica Messa, Giuseppe Bartolini, Andrea Suriani.

"Romantica", dice l'artista, è "un disco che va ascoltato di notte perché c'è un momento preciso, quando gli altri dormono, in cui tutto, ogni desiderio, ogni alternativa, ogni vita diventa improvvisamente possibile e si sciolgono i nodi di tutte quelle paure che di giorno non ci fanno neanche provare. Di notte riusciamo a confidarci, ad ascoltare e a fare i conti con quello di cui non parliamo mai; come se il buio nascondesse meglio, soprattutto a noi stessi, anche le nostre ombre".

"Romantica" ha un'anima notturna: scritto e concepito soprattutto durante la notte ne risente delle atmosfere oniriche e dark, ma è anche pop e caratterizzato da una grande attenzione alla melodia e ai testi. È, insomma, un album "romantico" in entrambe le accezioni: quella letteraria per l'attitudine e quella sentimentale per il contenuto. Le otto tracce che compongono l'LP, infatti, sono tutte canzoni d'amore che descrivono le diverse fasi di una storia d'amore. Ogni fase è una medaglia con due facce: c'è sia l'emozione che la delusione, sia la capacità di sognare e di rischiare tutto che il dolore del rifiuto. Proprio la coesistenza di questi due poli opposti rende le canzoni di questo disco delle ballad da ballare con testi intimi e riflessivi e al tempo stesso ritmiche serrate e ritornelli orecchiabili. In fin dei conti Romantica è un lavoro sincero, che è sia una dichiarazione d'amore sia un biglietto da visita, una mappa geografica dettagliata dell'anima dell'autrice che dà a chiunque ascolti le coordinate precise della propria interiorità.

Mèsa è nata a Roma e a Roma è sempre stata anche se sta ancora cercando di sviluppare un livello di romanità convincente. Dopo avere imparato a fare il barrè, inizia la sua vita da cantautrice. Nel gennaio del 2017 pubblica indipendentemente il suo primo EP omonimo e suona moltissimo in giro per la penisola. Touché è stato il suo album d'esordio, disco che l'ha portata su tanti palchi italiani, tra cui i concerti di The National, Franz Ferdinand, Calcutta e Le Luci Della Centrale Elettrica. Nel 2018 è uscita Oh Satellity e nel 2020 ha partecipato con alcuni brani alla colonna sonora della prima stagione della serie Netflix Summertime.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli