M.O., alleato di Netanyahu Gantz frena su annessione Cisgiordania

Bea

Roma, 29 giu. (askanews) - Il progetto del premier israeliano, Benjamin Netanyahu, di cominciare ad annettere alcune aree della Cisgiordania occupata gi da mercoled sembra in forse dopo che l'alleato di governo, il primo ministro alternato Benny Gantz, ha affermato che l'annessione dovr aspettare la fine dell'emergenza coronavirus.

Gantz ha detto all'inviato della Casa Bianca Avi Berkowitz, in Israele per colloqui sulla questione, che la scadenza del 1 luglio non n "sacra" n urgente nel pieno dell'emergenza sanitaria mentre i media israeliani affermano che i tempi si allungano.

Netanyahu da canto suo ha fatto subito sapere a una riunione dei dirigenti del suo partito Likud che la questione "non di competenza" del Kahol Lavan di Gantz e che contatti "discreti" con gli Usa proseguono. La presa di posizione di Gantz arriva nel mezzo di una levata di scudi internazionale contro l'annessione, mentre circolano indiscrezioni sulla freddezza dell'amministrazione Usa in relazione all'iniziativa di Netanyahu