M.O., Amnesty: vergognoso "accordo secolo" Trump sancisce impunità -3-

Dmo/Red

Roma, 29 gen. (askanews) - Nella sua richiesta alla comunità internazionale di respingere le proposte dell'amministrazione Trump, Amnesty International ha sottolineato l'illegalità degli insediamenti israeliani nei territori occupati. In ogni caso le proposte, se accettate, non cambierebbero gli obblighi giuridici di Israele come potenza occupante ai sensi del diritto internazionale dei diritti umani e del diritto internazionale umanitario, né priverebbero i palestinesi delle garanzie loro spettanti.

L'accordo prevede anche la creazione di un "meccanismo di compensazione" per i rifugiati palestinesi al posto della garanzia del loro diritto al ritorno. Con oltre cinque milioni e 200.000 rifugiati ufficiali, quella palestinese è una delle più grandi popolazioni di rifugiati al mondo. Secondo le norme internazionali, i palestinesi fuggiti o espulsi dalle loro terre nel 1948, così come i loro discendenti, hanno diritto al ritorno: si tratta, per l'appunto, di un diritto individuale che non può essere ridotto a una concessione politica. (Segue)