M.O, Conte: preoccupati da tensioni, intensificare diplomazia

Gal

Roma, 13 gen. (askanews) - "L'ondata di tensioni in Medioriente ci preoccupa molto perchè rischia di precipitare in una spirale di instabilità. L'unica reazione da offrire è intensificare gli sforzi diplomatici". Lo ha detto il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, al termine dell'incontro ad Ankara con il presidente della Repubblica di Turchia, Recep Tayyip Erdogan, durante il quale oltre che di Libia si è "parlato anche di altri scenari delicati come quello siriano, iraniano e irakeno".

"La sicurezza di quell'area all'Italia sta particolarmente a cuore - ha aggiunto il premier - non con proclami ma con l'impegno concreto, ricordo che l'Italia è la seconda nazione che contribuisce al contrasto al terrorismo nella coalizione anti Daesh nel teatro libanese, irakeno e afgano".