M.O., forze israeliane uccidono cugino di Erekat: "Giustiziato"

Sim

Roma, 24 giu. (askanews) - "Mio cugino stato giustiziato, ucciso a sangue freddo": questa l'accusa mossa dal segretario generale dell'Olp, Saeb Erekat, riguardo alla morte di Ahmad Moustafa Erakat, ucciso ieri dalle forze israeliane a un checkpoint perch sospettato di voler lanciare la propria auto contro di loro in un attentato terroristico.

"I soldati israeliani hanno ucciso Ahmad Erekat nel giorno del matrimonio della sorella", ha aggiunto Ereket, precisando che il 27enne stava correndo in auto al checkpoint "per portare la madre e la sorella da un salone di bellezza a Betlemme". Lo stesso Ahmad, ha aggiunto Erekat, avrebbe dovuto sposarsi la prossima settimana. (Segue)