M.O., Netanyahu: Hezbollah e Iran non "ci mettano alla prova" -2-

·1 minuto per la lettura

Roma, 28 lug. (askanews) - Visitando il comando delle truppe lungo il confine settentrionale, il premier ha incontrato il capo di Stato maggiore, Aviv Kohavi, e altri vertici militari. "Non suggerisco a nessuno di mettere alla prova l'esercito israeliano o Israele. Siamo determinati a difenderci - ha detto Netanyahu - l'operazione di ieri è stata importante e ha impedito un'infiltrazione nel nostro territorio. Quanto sta accadendo in questo momento è il risultato di un tentativo da parte dell'Iran di stabilirsi nella nostra regione". Da parte loro, ieri gli Hezbollah hanno negato di aver cercato di infiltrarsi in territorio israeliano, affermando in un comunicato che "non c'è stato alcun attacco o sparo da parte nostra". "Piuttosto - hanno aggiunto - è stata solo una parte, ossia il nemico, impaurito, ansioso e teso". Nel comunicato, il gruppo libanese ha quindi aggiunto che la risposta per la morte del combattente "Ali Kamel (Mohsen) arriverà certamente".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli