M4 Milano, Gelmini: sconcerto per operaio, stop morti bianche

Pol/Vlm

Roma, 14 gen. (askanews) - "Ieri sera un operaio è morto a Milano mentre stava lavorando nel cantiere M4, la nuova metropolitana del capoluogo lombardo. Una notizia che sconcerta, un lutto per il quale esprimiamo sincera vicinanza alla famiglia. Il dramma delle morti bianche, purtroppo, continua ad essere una macchia insopportabile per il nostro Paese. Lo scorso anno - tra gennaio e novembre - 997 persone hanno perso la vita mentre svolgevano il loro lavoro. Negli stessi undici mesi sono state 590mila le denunce di infortunio presentate all'Inail". Lo afferma in una nota Mariastella Gelmini, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati e consigliere comunale a Milano.

"Serve uno scatto in avanti per tentare di contrastare questo pericoloso fenomeno. Chi è chiamato a vigilare sulla sicurezza, ma anche imprese, sindacati e istituzioni hanno il dovere di non abbassare mai la guardia e di impegnare sempre più risorse per prevenire drammi come questo. Non è accettabile che nel 2010 un uomo di 41 anni, come l'operaio morto ieri, vada a lavorare e non torni più a casa dai suoi cari", conclude.