M5S: al vaglio Pm iter nomina Comitato direttivo, 'nodo' per Conte

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 13 apr. (Adnkronos) – Secondo quanto apprende l'Adnkronos, è giunto ieri all'esame del Pm presso il Tribunale di Cagliari il provvedimento di nomina del curatore speciale del M5S, in forza del quale la Procura di Cagliari potrebbe sollecitare Beppe Grillo, Garante dell'associazione, a convocare le consultazioni per la nomina dei componenti del Comitato direttivo. Ciò al fine di consentire la costituzione della normale rappresentanza processuale nel giudizio promosso dalla consigliera regionale Carla Cuccu, assistita dagli avvocati Patrizio Rovelli e Lorenzo Borrè, contro l'espulsione (già sospesa con conseguente reintegra) dal M5S.

La nomina dei componenti del Comitato direttivo (i quali dovranno poi provvedere alla nomina del legale rappresentante) è infatti di competenza degli iscritti all'associazione ed avviene a mezzo consultazione su piattaforma telematica "indetta dal Comitato direttivo ovvero, in sua assenza od inerzia, dal Garante", carica attualmente rivestita da Beppe Grillo. La nomina dei componenti del Comitato direttivo potrebbe costituire la pietra d'inciampo dell'investitura di Conte in quanto la leadership a quel punto passerebbe in mano all'organo collegiale, conformemente a quanto espresso dagli Stati Generali di novembre.