M5s, al via le candidature regionali. Crimi: “Restare uniti”

m5s candidature regionali

Mercoledì 29 gennaio il M5s apre le candidature alle prossime regionali che si terranno in diverse regioni italiane: il voto è sulla piattaforma Rousseau. Questo è quanto ha riferito l’assemblea congiunta dei gruppi M5s. L’appuntamento alle urne nei prossimi mesi vedrà coinvolte Campania, Puglia, Liguria, Toscana, Marche e Veneto. Al’indomani della scelta del nuovo capo delegazione al governo, dunque, si prospetta un altro importante appuntamento.

M5s, al via le candidature regionali

Appuntamento importante per gli iscritti alla piattaforma Rousseau: mercoledì 29 gennaio si votano i candidati alle prossime regionali per M5s. Sono interessate le regioni Campania, Puglia, Liguria, Toscana, Marche e Veneto.

“Viviamo una fase di evoluzione importante – ha detto il reggente Vito Crimi ai parlamentari – abbiamo già dimostrato di saper lavorare con efficacia e concretezza in risposta alle esigenze dei cittadini. Abbiamo fatto tanto, vogliamo e possiamo fare ancora di più. Questo è il momento di restare uniti e di dare tutti insieme un contributo con umiltà, coraggio, idee e proposte costruttive per il bene della collettività”. All’assemblea congiunta ha preso parte anche Michele Gubitosa, deputato campano di M5s: “Io penso che un accordo con il Pd o con il centrosinistra sia sbagliato. Il M5S è alternativa, è terza via. Il Pd vuole prosciugarci”, ha detto.

Paolo Lattanzio, invece, lasciando l’assemblea si è sfogato dicendo: “Non mi sembra ci sia reale voglia di analizzare errori, approfondire, dialogare. Dialogo dovrebbe essere la base della politica, per un confronto su temi e soluzioni, senza pregiudizi, invece sembra ci sia voglia di chiusura che fa sentire molti di noi in profondo disagio”. Infine, è intervenuto Danilo Toninelli, assicurando che M5s “non è in crisi”. E “la colpa”, semmai, “è di chi parla con i giornali”.