M5S: assenze studenti in protesta per il clima siano giustificate

Pol/Bar

Roma, 23 set. (askanews) - "L'invito del ministro dell'Istruzione Fioramonti rivolto ai dirigenti scolastici con l'auspicio di giustificare l'assenza degli studenti che protesteranno per il clima il prossimo 27 settembre indica un importante segnale di apertura e discussione all'interno dell'Istituzione scolastica". E' quanto si legge in una nota del gruppo del M5S alla Camera, genericamente attribuita ai deputati stellati delle commissioni Ambiente e Cultura.

"La scuola - prosegue il comunicato - deve rappresentare un luogo di formazione e di crescita a 360 gradi e l'interesse manifestato da giovani studenti di tutto il mondo sulla sfida ai cambiamenti climatici deve restare alto e non può essere ignorato. L'Italia e il governo sono in prima linea per rendere la difesa dell'Ambiente una priorità. E' importante riservare del tempo all'interno delle lezioni per discutere e riflettere insieme ai ragazzi su ciò che sta accadendo nel mondo. La mobilitazione globale WeekForFuture si propone di invertire la rotta di una concezione economica dello sviluppo ormai insostenibile e sbagliata sotto tutti i punti di vista".

"I paladini di questa sfida sono proprio gli studenti, che hanno dimostrato - concludono i 5s - di essere molto più attenti sul tema, per urlare a gran voce la speranza di un mondo più pulito, puntando su nuovi modelli socio-economici".