M5s, “Azzolina vittima attacchi sessisti dai sostenitori di Salvini”

Salvini Azzolina

L’ex ministro dell’Interno, Matteo Salvini, ha pubblicato un meme su Facebook, attraverso il quale ironizza sulla nomina del nuovo ministro della Scuola, Lucia Azzolina. Un post che non è passato di certo inosservato, con numerosi utenti che ne hanno approfittato per fare commenti sessisti. Dall’altro canto, il Movimento 5 Stelle difende Azzolina, esprimendo la propria opinione sui commenti in questione.

Il meme pubblicato da Salvini su Lucia Azzolina

Al concorso per presidi sarebbe bello se l’orale fosse anonimo“, è questa la frese a corredo del meme con una foto di Lucia Azzolina, pubblicato da Salvini sui social. Una frase che ben si è prestata all’ironia del popolo del web, con utenti che hanno provveduto a decontestualizzar il discorso in merito.

Nella situazione in questione, il leader della Lega ha fatto riferimento ad un’opinione espressa dal neo Ministro della Scuola qualche mese fa, in merito ad un concorso per diventare presidi. A tal proposito, l’attuale ministro della Scuola aveva dichiarato: “Sarebbe bello se l’orale fosse anonimo, perché la verità è che dovrò studiare il doppio rispetto agli altri“. Nel meme pubblicato da Salvini viene riportata soltanto la prima parte del discorso e tal proposito è bene ricordare che Azzolina aveva usato questi termini in modo ironico, per cercare di rimarcare l’ansia provocata dalla particolare attenzione che, inevitabilmente, sarebbe stata riposta nei suoi confronti.

Nonostante ciò il meme in questione ha scatenato una vera e propria ondata di insulti sessisti nei suoi confronti a commento del post pubblicato da Salvini. In particolare non sono mancate facili ironie sul cosiddetto “esame orale“.

Le dichiarazioni dei deputati e senatori del M5S

Matteo Salvini getta la neo-ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina in pasto ai commenti beceri e violenti dei suoi fan, senza prendere le distanze dalle parole sessiste contenute nei commenti a un suo post su Facebook. Un atteggiamento grave ma che purtroppo non ci meraviglia, dal momento che il segretario leghista ha sempre assecondato atteggiamenti discriminatori nei confronti delle donne, causando pesanti conseguenze. Ricordiamo, solo per fare un esempio, un volantino leghista che sosteneva come il ‘ruolo naturale’ della donna sia la famiglia. Esprimiamo la massima solidarietà alla ministra Azzolina e siamo certi che insieme a lei faremo grandi passi avanti nel riconoscimento della dignità e del ruolo delle donne nel nostro Paese, contrastando fermamente ogni forma di discriminazione”. Sono queste le parole utilizzate dalle deputate e i deputati del MoVimento 5 Stelle in Commissione Cultura.

Un commento in merito alla vicenda è arrivato anche da parte delle senatrici e dei senatori M5S in Commissione Cultura di Palazzo Madama. A tal proposito hanno dichiarato: “Esprimiamo tutta la nostra solidarietà alla neo-ministra della Scuola Lucia Azzolina, vittima di inqualificabili attacchi sessisti da parte dei sostenitori di Salvini. Un episodio inaccettabile in un Paese civile e sviluppato, dove purtroppo, in certi ambienti, sopravvive ancora una violenta e volgare sottocultura discriminatoria nei confronti delle donne. Una vergogna che nessuna forza politica dovrebbe consentire: ci aspettiamo da Salvini una netta presa di distanza e una condanna senza appello delle parole scritte dai suoi fans”.