Lezzi a Bellanova: “Disprezza reddito di cittadinanza? Si dimetta”

bellanova reddito di cittadinanza

Il ministro Teresa Bellanova ha subito un duro attacco da M5s per le sue dichiarazioni polemiche nei confronti del reddito di cittadinanza. I grillini hanno quindi invitato la donna a lasciare la poltrona e a dimettersi dal governo. Continuano le tensioni all’interno della maggioranza: da un lato c’è la renziana di Italia viva, dell’altro i grillini di M5s. D’altronde, le parole del ministro delle Politiche Agricole rilasciate in un’intervista hanno colpito nettamente i pentastellati. Bellanova ha detto: “Mi aspetto che il governo cambi passo e che non ci siano totem. Sul reddito di cittadinanza facciamoci una domanda e diamoci una risposta. Quelle risorse vanno indirizzate in modo più proficuo. Su quota 100, io non ho cambiato idea, il Pd evidentemente sì, se non pensa più ad abolirla”. Ecco però la dura replica dei deputati M5s.

Teresa Bellanova sul reddito di cittadinanza

Duro scontro a fuoco nella maggioranza tra Teresa Bellanova e M5s: la renziana utilizza toni polemici sul reddito di cittadinanza ma i grillini non si lasciano asfaltare. “Il governo si regge sulle cose che fa utili per il Paese”, ha detto ancora Bellanova. “Ora l’esecutivo deve avere la capacità di un respiro più lungo. E allora non è la quantità di parole che si utilizzano ma la qualità delle proposte che si avanzano, a fare la differenza”. Infatti, secondo il ministro le risorse spese per il reddito di cittadinanza andrebbero “indirizzate in modo più proficuo”. Avendo intaccato una delle misure più preziose e sinonimo di orgoglio per M5s, era inevitabile una replica dei grillini.

Lezzi scende duramente contro Bellanova e la invita a dimettersi: “Alla Bellanova fa schifo il reddito di cittadinanza. Si dimetta e faccia cadere il governo“. Inoltre, il reddito di cittadinanza incassa la fiducia anche dal premier Conte che nel suo discorso di fine anno ricorda come la misura grillina sia “una misura di cui vado orgoglioso e che rivendico. E’ stata molto efficace per contrastare la povertà assoluta. Dopo solo otto mesi abbiamo registrato un calo del 60% della povertà assoluta. E’ un risultato incredibile”.