M5s, Buffagni: Stati generali slittano, c'è referendum

Luc

Roma, 28 gen. (askanews) - Gli stati generali del M5s slittano "perché ci sarà un referendum, c'è uno che ha deciso di farci spendere 350 milioni, è un altro dei conti del Papeete. Credo che gli italiani meritino rispetto". Così ha risposto il viceministro allo sviluppo economico Stefano Buffagni (M5s) dopo la riunione dei componenti pentastellati del governo che ha eletto Alfonso Bonafede capo delegazione.

Bonafede è "un'ottima scelta: si tratta di un ministro importante per il Movimento. La giustizia per noi è un tema cardine", aggiunge Buffagni. Con la sua scelta ha prevalso l'anima del Movimento che preferisce non dialogare con il Pd? "Io non sono la persona più indicata per rispondere. Se si va verso la scissione? No, non è che ogni volta che lei litiga a casa sua con suo marito significa che divorziera'".