M5S, Bugani: "Rischiamo non scissione ma di evaporare"

webinfo@adnkronos.com (Web Info)
·1 minuto per la lettura

"Si manda via gente che ha dato il sangue al Movimento perché ha detto legittimamente no, rifiutando un quesito ridicolo e un governo come ne abbiamo già visti tanti in passato. Continuano a evocare Alessandro Di Battista come leader. Il vero rischio non è la scissione, ma l'evaporazione del M5S. Anche perché ora il Movimento dovrebbe governare con tutti e soprattutto con Forza Italia. Era la nostra linea invalicabile, ed è stata varcata". Lo dice Max Bugani, tra i grillini della prima ora e ora capo staff della sindaca di Roma, Virginia Raggi, in un'intervista a 'Il Fatto quotidiano'.

"Spero che Giuseppe - aggiunge riferendosi all'ex premier Conte - abbia capito come non sia stato solo Matteo Renzi a farlo cadere, ma che anche qualcuno nel Movimento non aspettasse altro. Conte si è rivelato un grande mediatore, facendo sintesi tra partiti che erano divisi al loro interno. Ma gli sconsiglierei di fare il capo del M5S. All'inizio otterrebbe grande consenso, ma subito dopo inizierebbe a logorarsi".