M5S cerca una guida. Vertice con Grillo, sì di Conte a progetto di "rifondazione"

Carlo Renda
·Vicedirettore HuffPost
·2 minuto per la lettura
Conte (Photo: getty)
Conte (Photo: getty)

Il Movimento 5 stelle è in cerca di una nuova guida, Beppe Grillo si è messo al lavoro su questo fronte e Giuseppe Conte ha detto di sì.

“Giuseppe Conte ha raccolto l’invito a elaborare nei prossimi giorni un progetto rifondativo con il Movimento 5 Stelle” rendono note fonti M5S vicine all’ex premier. “Una sfida cruciale per il Movimento, una ristrutturazione integrale per trasformarlo in una forza politica sempre più aperta alla società civile, capace di diventare punto centrale di riferimento nell’attuale quadro politico e di avere un ruolo determinante da qui al 2050″.

Si è tenuto a Roma l’atteso vertice sul futuro del Movimento, alla presenza del Garante, dello stato maggiore M5s e di Giuseppe Conte, in predicato di assumere un ruolo di primissimo piano. Luogo, il tradizionale Hotel Forum, che ospita Beppe Grillo nelle sue incursioni romane. Stamattina è arrivato con un casco bianco da astronauta. Tra i partecipanti Vito Crimi, Roberto Fico, Luigi Di Maio, Paola Taverna, Alfonso Bonafede, Carlo Sibilia, Riccardo Fraccaro. Assente invece Davide Casaleggio.

Capo unico, come lo sono stati prima Luigi Di Maio e poi Vito Crimi. Sarebbe questo, secondo l’Adnkronos, il ruolo che Beppe Grillo vorrebbe affidare all’ex premier Conte. Con un mandato a termine, da poi rimettere al voto della base. Restano da definire anche altre questioni: la presenza di uno o più vice, per non centralizzare il Movimento nelle mani di un’unica persona, o di una segreteria politica.

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.
Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

“Giuseppe Conte è il leader naturale del Movimento” dice Stefano Patuanelli, ministro delle Politiche agricole, in un’intervista a Repubblica. “L’unico in grado di unirci”, aggiunge l’esponente 5 stelle, “lo dico non solo per quello che ha fatto in questi tre anni da presidente del Consiglio, ma seguendo un rag...

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.