M5S: Cimino, 'non si salvaguarda unità con decisioni unilaterali'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 3 lug. (Adnkronos) – "Conte si? Conte no? Statuto si? Statuto no? Comitato direttivo si? Ah, no. Sette persone modificheranno, che cosa? Da portavoce avrei voluto prima conoscere il progetto affidato già 4 mesi fa a Giuseppe Conte, valutarlo proprio come faranno le 7 persone individuate e infine far decidere tutti gli iscritti sulla validità e sulla persona (o le persone, nel caso della scelta di perseguire un comitato) che dovranno portare avanti l’organizzazione del Movimento 5 Stelle. Sono d’accordo che l’uno non vale l’altro, ma sono rimasta affezionata al concetto che 'uno vale uno'". Lo afferma la deputata M5S Rosalba Cimino.

"Se si continua a nascondere che in fondo non è proprio così, continueremo a far finta che tutto vada bene. Da tre anni -aggiunge- siamo al governo senza una struttura sul territorio che ci consenta di lavorare più capillarmente per esprimere il potenziale che abbiamo. Non si può rimanere uniti, continuando ad escludere e continuando a prendere decisioni unilaterali".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli