M5S, conti in rosso per società blog Grillo: "Senza pubblicità srl in liquidazione"

·2 minuto per la lettura

La pandemia si fa sentire anche sui conti di Beppe Grillo. La società fondata dal garante M5S e alla quale è affidata la gestione del suo blog, la 'Beppegrillo Srl', ha chiuso l'ultimo bilancio, quello relativo all'anno 2020, con un passivo di 12.457 euro, a fronte del risultato positivo di 65.753 euro riportato nell'esercizio precedente. "L'andamento della gestione", si legge nella relazione al bilancio visionata dall'Adnkronos, "è stato fortemente influenzato dall'emergenza epidemiologica Covid-19", i cui effetti si sono riversati anche sul settore dei portali web, caratterizzato, nel corso dell'esercizio, "da una drastica riduzione dei fruitori e clienti richiedenti pubblicità sul web".

Nella nota integrativa che accompagna il documento suona un campanello d'allarme per la Srl genovese di Grillo. "A causa della pandemia Covid-19 le imprese commerciali in genere hanno ridotto drasticamente i costi per la pubblicità" e "tale trend" ha interessato anche la Beppegrillo Srl. "Si conta nel corso del biennio 2021/2022 di stipulare nuovi contratti pubblicitari. Diversamente e tempestivamente", l'avvertimento, "la società sarà messa in liquidazione".

Si assottigliano anche i depositi bancari dell'azienda, stando al rendiconto: le disponibilità liquide comprese nell'attivo circolante passano infatti dai 54.464 euro del precedente esercizio agli attuali 27.436 euro. Il patrimonio netto esistente alla chiusura dell'esercizio è pari a 126.544 euro (139.001 euro nel precedente esercizio). I debiti complessivi ammontano invece a 12.206 euro (31.904 euro nell'esercizio 2019). E se i "ricavi delle vendite e delle prestazioni" scendono da 240.538 euro (anno 2019) a 57.939 euro, il totale dei "costi della produzione" passa da 151.000 a 70.384 euro.

Per quanto riguarda, infine, i "fatti di rilievo avvenuti dopo la chiusura dell'esercizio", il documento rivela che "a seguito della crisi epidemiologica Covid-19 iniziata nel corso del 2020 e ancora in atto", dopo la chiusura dell'esercizio "è stata notificata, dal cliente Moby Spa, una richiesta di accordo ai sensi dell'art. 182 bis 1. fall. in data 10/02/2021, per valutare un accordo di rientro per il credito vantato" dalla Beppegrillo Srl "per 73.200 euro". "In seguito, a luglio 2021, il Tribunale di Milano ha notificato l'apertura della procedura di Concordato preventivo della Moby Spa", si legge ancora.

(di Antonio Atte)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli