M5S, Davide Casaleggio 'debutta' da Vespa

webinfo@adnkronos.com

Aveva annunciato che sarebbe andato in televisione a difendere il lavoro di suo padre e lo farà, domani, nel salotto di 'Porta a Porta' su Rai1. L'esordio di Davide Casaleggio nella 'terza Camera' arriva tre anni dopo la sua prima (e finora ultima) apparizione come ospite in uno studio televisivo. Allora, il presidente di Rousseau andò da Lilli Gruber per lanciare la prima edizione di "Sum", la convention dell'Associazione Gianroberto Casaleggio, dedicata al padre. Questa volta il figlio del co-fondatore del Movimento 5 Stelle si presenterà da Bruno Vespa con l'obiettivo di difendere l'operato della sua creatura, dopo gli attacchi (soprattutto interni) degli ultimi mesi.  

D'altronde lo stesso Casaleggio, dopo l'inchiesta 'Presa Diretta' dedicata alla delicata questione dell'utilizzo dei dati personali degli utenti di Facebook da parte della Casaleggio Associati, aveva espresso tutto il suo disappunto parlando di "servizio vomitevole": "A me non piacciono i riflettori - ha scritto su Facebook - ma credo sia necessario difendere pubblicamente il lavoro di mio padre, delle persone che ci hanno lavorato in questi anni, di quelle che ci lavorano e di quelle che lo sostengono. Nei prossimi giorni andrò in tv per farlo".  

Oggi Casaleggio è stato avvistato al Senato, dove ha avuto una serie di incontri. Sono due le date cruciali cerchiate di rosso sul calendario per il M5S. La prima, ravvicinata, è quella di sabato 15 febbraio, quando i grillini si riuniranno in Piazza Santi Apostoli a Roma per dire no al ripristino dei vitalizi per i senatori. Pullman da tutta Italia e massiccia presenza parlamentare per l'evento che vede Paola Taverna nelle vesti di organizzatrice. In piazza ci sarà anche l'ex capo politico Luigi Di Maio. Ma la scaletta ufficiale con gli interventi dal palco non è stata ancora diffusa. L'altro appuntamento clou saranno gli stati generali. Secondo le ultime indiscrezioni, dopo un primo slittamento a dopo il referendum sul taglio dei parlamentari, il 'congresso' grillino potrebbe tenersi il 22 marzo: rumors che per ora non trovano conferma.