M5S: Di Battista, 'attivisti contro Di Maio, pensa solo ad affari suoi'

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 23 giu. (Adnkronos) – “La notizia della scissione nel M5s mi interessa poco. Il movimento è stata una parte importante della mia vita. Ma ho già passato la fase della delusione. In queste ore io sono a Mosca, e mi scrivono attivisti da ogni parte d’Italia. Sono incazzati con Di Maio perché mi dicono che pensa solo agli affari suoi. Non si può essere atlantisti se si è stati eletti sulla base di un programma pacifista ed esplicitamente contrario a ogni politica di armamento. E che intendeva – parola di Di Maio – 'andare oltre la Nato'”. Così Alessandro Di Battista, ex parlamentare M5s, a Tpi.

"Quella di Di Maio è stata una conferenza stampa patetica. Lo conosco bene, Luigi non crede a quello che dice. Fa questa battaglia per tenersi aperta la prospettiva di una carriera politica. La sua e quella di alcuni, tra quelli che l’hanno seguito, che hanno questa priorità. Oggi lo guida lo spirito di convenienza. Evidentemente per lui conta più la carriera delle idee per cui ha combattuto quando guidava il Movimento".

"Ormai ero certo che sarebbe uscito dal M5s. Da quando ha iniziato a scusarsi per tutte le sue scelte, per cercare di ricostruirsi una nuova identità più istituzionale. Erano scuse preparatorie dello strappo, si vedeva lontano un miglio".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli