M5s, Di Battista: non smetto di prendere posizione anche se crea nemici

Gal

Roma, 26 giu. (askanews) - "Chi non abbassa la testa sa a cosa va incontro: ad una sistematica vivisezione di ogni ragionamento, di ogni discorso, di ogni articolo con l'obiettivo di trovare l'errore o la frase da strumentalizzare per farti apparire quel che non sei. Se non state attenti i media vi faranno odiare gli oppressi e amare gli oppressori diceva Malcolm X. Io, grazie a Dio, non mi sono stancato di prendere posizione. Sono consapevole che farlo ti crea tanti nemici e che adeguarsi al politicamente corretto ti faccia vivere pi tranquillamente. Ma preferisco guardarmi allo specchio ed esser suddito dell'unica dittatura che accetto, quella della mia coscienza". Lo scrive su Facebook Alessandro Di Battista.

"Se ragioni con la tua testa senza sottometterti al pensiero unico sei un pericolo pubblico e orde di neo-perbenisti sono pronti a picchiarti con manganelli mediatici intrisi di conformismo. Nell'era del "politicamente corretto" pi che una determinata presa di posizione grave che qualcuno ancora osi prendere posizione. Chi prende posizione e lo fa in modo netto un nemico dell'establishment che ci vorrebbe tutti succubi del pensiero dominante, quello concepito nei CDA di qualche banca privata o nelle redazioni di giornali sempre meno letti", conclude l'esponente pentastellato.