M5S: di chi è il simbolo? Da Grillo a Casaleggio l'intreccio sulla proprietà/Adnkronos (3)

·1 minuto per la lettura
M5S: di chi è il simbolo? Da Grillo a Casaleggio l'intreccio sulla proprietà/Adnkronos (3)
M5S: di chi è il simbolo? Da Grillo a Casaleggio l'intreccio sulla proprietà/Adnkronos (3)

(Adnkronos) – Attualmente, di fatto, è già in corso a Genova una battaglia legale per l'uso del simbolo M5S: l'udienza conclusiva è fissata al primo luglio 2021. Il procedimento è stato promosso dal Curatore speciale del M5S del 2009 nei confronti della omonima mini-associazione fondata da Grillo e altre due persone nel dicembre 2012 e del partito fondato da Di Maio e Casaleggio jr.

Nel contenzioso di Genova, la posizione della 'difesa' è che il proprietario del simbolo è Grillo, che lo ha poi ceduto all'Associazione del 2012, la quale lo avrebbe poi dato in comodato all'Associazione del 2017. A complicare ulteriormente il quadro, è la normativa elettorale italiana, che riconosce una sorta di primazia nell'uso del simbolo da parte del gruppo parlamentare che lo ha depositato e ne diventa effettivo titolare, perché non esiste allo stato attuale una norma che consenta di coniugare la disciplina civilistica con quella elettorale.

Tra l'Associazione del 2012 e l'Associazione del 2017, lo statuto del 2017 riconosce la proprietà del simbolo alla prima, dunque quella di Grillo, nipote e commercialista. I quali, volendo, potrebbero revocare il diritto di utilizzo. Ma resta l'incognita non da poco del gruppo parlamentare: in materia elettorale, prevarrebbe il diritto di deputati e senatori che hanno adottato quel contrassegno. (di Ileana Sciarra e Antonio Atte)