M5S, Di Maio vede ministri: rumors su passo indietro

webinfo@adnkronos.com

A quanto apprende l'Adnkronos, il capo politico e ministro degli Esteri Luigi Di Maio ha convocato mercoledì, alle 10, i ministri e i viceministri M5S. Benché il leader grillino sia solito vedere la squadra di governo pentastellata per fare il punto sul lavoro da portare avanti, più fonti qualificate riferiscono all'Adnkronos che mercoledì potrebbe essere il giorno della svolta: sarebbe imminente, ovvero atteso a ore, un passo indietro di Di Maio da capo politico del Movimento.  

LEGGI ANCHE: Un tango per Luigi Di Maio

Una decisione che verrebbe assunta, in questo caso, prima delle elezioni regionali in Emilia Romagna e Calabria di domenica, benché lo staff di Di Maio liquidi il tutto come indiscrezioni non corrispondenti al vero. La 'reggenza' del Movimento, da Statuto, spetterebbe a Vito Crimi, in quanto membro più anziano del M5S. 

LEGGI ANCHE: M5S, incontro probiviri a Roma e responso su morosi

"Si dimette prima delle regionali. Dicono" scrive su Facebook il senatore Gianluigi Paragone con un riferimento implicito al possibile passo indietro di Luigi Di Maio come capo politico.  

GUARDA ANCHE . Chi è Luigi Di Maio?