M5S: documento attivisti, 'statuto Conte illegittimo, 18 motivi per votare No'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 21 lug. (Adnkronos) – Diciotto motivi per dire no allo statuto di Giuseppe Conte, bollato come "illegittimo" e "antidemocratico". In vista della votazione in programma il 2 e 3 agosto sulla nuova piattaforma, gli attivisti contrari alla rifondazione pentastellata voluta da Conte hanno condensato in un documento, che sta circolando in queste ore nelle chat, le ragioni del loro dissenso. "Io dico no" il titolo del manifesto, che l'Adnkronos ha potuto visionare. In primo luogo, sostengono gli autori del pamphlet, la votazione convocata "è illegittima" perché "gli strumenti informatici attraverso i quali l'associazione MoVimento 5 Stelle deve organizzare le modalità di gestione delle votazioni sono quelli della 'Piattaforma Rousseau'": il voto sulla modifica dello statuto "è stato, invece, convocato, in violazione dello Statuto su una piattaforma diversa", per cui "la votazione effettuata su Skyvote risulta illegittima e impugnabile", scrivono gli attivisti, lamentando la cancellazione delle "delibere precedenti" e l'assenza di un "confronto democratico" sulla proposta di Conte.

Il documento punta il dito contro la "struttura verticistica" del M5S disegnata dal nuovo statuto, affermando che agli iscritti "è impedito" il diritto di candidarsi alla guida del Movimento: "L'unico candidato alla corsa per la guida (Conte, ndr) è infatti imposto dal Garante e gli iscritti possono esclusivamente ratificare una decisione unipersonale senza poter esercitare il legittimo diritto di scegliere i propri rappresentanti". Sotto accusa anche i poteri "pressoché assoluti" di Conte, dal momento che il futuro presidente del M5S "potrà decidere in autonomia la maggior parte delle scelte previste da statuto".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli