M5s: eliminato un altro pezzo della "Buona scuola" di Renzi

Pol-Afe

Roma, 14 set. (askanews) - "Oggi alla Camera abbiamo compiuto un altro importante passo per eliminare delle norme vergognose della Buona Scuola, restituendo giustizia a tanti docenti italiani. A causa della riforma di Renzi, gli insegnanti che avevano superato il concorso transitorio, ma ricevevano parere negativo dopo il primo anno di prova, non potevano più ripetere l'anno. Con un ordine del giorno presentato dalla portavoce Lucia Azzolina abbiamo impegnato il Governo a rimuovere questa assurdità, tutelando chi in tanti mesi ha svolto con serietà e impegno il proprio mestiere". È quanto affermano, in una nota, i componenti M5s della Commissione Cultura alla Camera.

"Inoltre - aggiungono - il ministro Bussetti ha più volte ribadito che ai diplomati e laureati che seguono il percorso di formazione e tirocinio verrà garantito, finalmente, un accesso alla scuola agevole e ragionevole. Cosa che prima non accadeva, considerando che il Fit, che dura ben tre anni, veniva retribuito poco più di 400 euro".

"Siamo soddisfatti - concludono - per quest'altro traguardo ottenuto per il mondo della scuola. Da quando siamo al governo non abbiamo mai allentato la presa sulle questioni che riguardano i docenti e tutto il personale scolastico, impegnandoci innanzitutto per superare i tanti, troppi problemi ereditati".