M5S in fibrillazione, Grillo cita Platone e Casaleggio tace

webinfo@adnkronos.com (Web Info)
·1 minuto per la lettura

"Non conosco una via infallibile per il successo, ma una per l'insuccesso sicuro: voler accontentare tutti". Beppe Grillo, cita Platone su Facebook al termine delle consultazioni con il premier incaricato Mario Draghi. L'apertura dei vertici M5S a un esecutivo guidato dall'ex numero uno della Bce sta creando infatti fibrillazioni e divisioni all'interno del Movimento e il messaggio di Grillo sembrerebbe proprio riferirsi a questa fase travagliata.

Silenzio totale invece per Davide Casaleggio che oggi, a sorpresa, ha preso parte al vertice con i big del Movimento. Il presidente dell’associazione Rousseau dopo aver lanciato la proposta di far votare gli iscritti su un appoggio o meno a un eventuale governo Draghi, oggi ha mantenuto la bocca cucita.

Fonti presenti all'incontro sostengono infatti che anche nel corso della riunione Casaleggio non abbia proferito parola, limitandosi ad ascoltare gli interventi che si sono susseguiti, a partire dal 'monologo' di Beppe Grillo durato ben 45 minuti e che abbia poi lasciato la Camera quando tutto il resto della 'truppa' era ancora dentro ad attendere il termine dell'incontro tra Draghi e la delegazione M5S.