M5s: Formigoni, 'sorpreso da polemiche vitalizi, ma è incoerenza, provo pena per loro' (2)

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

(Adnkronos) – "I 5stelle non mi hanno impressionato -dice Formigoni- ho solo avuto un po’ di pietà e compassione per loro, gente che si sveglia la mattina e deve trovare chi colpire, chi insultare, chi aggredire". Del resto "vivono per questo. Salvo poi avere un capo, come Grillo, che fa esattamente l’opposto". Perché "quando si tratta di lui, non esita a insidiare la magistratura, che per lui era intoccabile; invoca il garantismo per il figlio, quando loro sono sempre stati giustizialisti. Ci rendiamo conto di quante contraddizioni?"

"La loro situazione poi – aggiunge- ormai è sotto gli occhi di tutti: rispetto al 32% di consensi che avevano preso nel 2018, hanno già perso molti voti, come si è visto alle europee e credo che alle prossime elezioni ne perderanno ancora di più. I sondaggi li danno in costante ribasso. Hanno litigato con Casaleggio, che doveva rappresentare l’inizio della democrazia diretta. Sono divisi tra di loro, hanno perso il capo, perché in Grillo non possono riconoscersi più. E Conte stenta ad affermarsi".

Insomma "non li vedo messi bene". E quindi, conclude, "cercano di cavalcare queste battaglie populiste, ma nessuno li segue. Neanche il Pd, con cui vorrebbero fare alleanza".