M5s,Gallo: dialogo con Pd? Seguire strada Grillo, non chiudiamoci

Pol/Vep

Roma, 31 ott. (askanews) - "Non sono mai stato convinto dell'accelerazione che Luigi Di Maio ha fatto sulle regionali umbre ed ho votato no al patto civico in Umbria sulla piattaforma Rousseau, perchè l'operazione è stata fatta in maniera frettolosa, decisa da poche persone, senza coinvolgimento e senza mettere al centro i problemi dei cittadini". E' quanto scrive in un post su Facebook Luigi Gallo Presidente della Commissione Cultura della camera dei deputati.

"Tuttavia trovo irresponsabile azzerare totalmente, da un giorno all'altro, la strada indicata da Beppe Grillo, fondatore e garante del M5S, che è quella di continuare il dialogo con le forze politiche del centrosinistra, anche civiche, e sbarrare la strada alle destre di Salvini e Meloni. Dobbiamo sfidare tutti sui temi e non togliere l'alibi ai partiti di centrosinistra , nonché a forze della società civile di migliorare la qualità della politica regionale sconfiggendo la corruzione, smantellando i carrozzoni politici delle partecipate, risolvendo problemi annosi come la gestione dei rifiuti, l'acqua pubblica e le clientele nella sanità per migliorare la qualità degli interventi negli ospedali".

"Alcuni cambiamenti essenziali saranno possibili solo se governeremo le regioni e non possiamo al secondo o terzo giro elettorale del M5S alle competizioni elettorali regionali continuare a restare all'opposizione in tutte le regioni d'Italia rimanendo nell'irrilevanza e così tutte le battaglie che i cittadini ci affidano e tutte le soluzioni che potremmo realizzare per la nostra terra. Non chiudiamoci in nessun bozzolo, torniamo a stimolare i territori per ritornare a sognare un progetto di cambiamento regione per regione, diamo vita ad una spinta ideale e coinvolgente, puntando a vincere tutte le prossime elezioni regionali per cambiare dal basso, con le nostre soluzioni, il Paese, e facciamolo in maniera definitiva", conclude Gallo.